Sempre più generalizzata la flessione dei prezzi delle materie prime

Una overview sulle tendenze in atto nel panorama delle commodity

.

Alimentari Energetici Non Ferrosi Settimana Finanziaria Materie Prime

ENERGIA

Dal 7 luglio, l'indice aggregato in euro dei prezzi dell'Energia in Europa registra un leggero trend decrescente, dopo la forte accelerazione di giugno. I timori e i primi effetti sulla domanda legati al rallentamento/flessione della produzione industriale mondiale stanno dominando sugli effetti del conflitto in atto in Ucraina e sull'indebolimento dell'euro.

Indici dei prezzi dei prodotti energetici in Europa: giugno - luglio 2022
Grafico Indice energetici In particolare, il prezzo del petrolio Brent è tornato questa settimana per alcuni giorni sotto il livello di 100 dollari al barile. I timori di una recessione globale e le nuove politiche di restrizione in Cina per contrastare il Covid non stanno aiutando a sostenere i prezzi. Brent e WTI registrano una variazione settimanale della media mobile a 3 giorni prossima al -1%.
Sul fronte del gas naturale, invece, i prezzi registrano una sostanziale stabilità. La riduzione delle forniture di gas naturale dalla Russia sta mantenendo i prezzi su livelli elevati. Al TTF questa settimana il gas naturale segna una variazione della media mobile a tre giorni inferiore al +1%.
La heatmap che segue riporta una overview dell’andamento dei prezzi dei prodotti energetici.

HeatMap dei prezzi degli energetici
HeatMap dei prezzi dei degli energetici

 

METALLI

Più accentuato e prolungato è il trend di flessione dei prezzi dei metalli, sia ferrosi che non ferrosi.

Indici dei prezzi dei metalli nel 2022
Grafico Indice energetici

Sul fronte dei metalli non ferrosi, le variazioni negative più significative sono registrate dai prezzi di rame e nichel, che segnano una variazione settimanale del -3% e del -2%. Anche in questo caso il rallentamento del ciclo economico mondiale, il rafforzamento del dollaro, e le nuove restrizioni introdotte in Cina non stanno aiutando a sostenere i livelli dei prezzi.
In controtendenza è il prezzo delle leghe di alluminio, che segna un rimbalzo nell'ultima settimana, con una variazione prossima alle due cifre.
La heatmap che segue riporta una overview dell’andamento dei prezzi dei metalli non ferrosi.

HeatMap dei prezzi dei metalli non ferrosi
HeatMap dei prezzi dei metalli non ferrosi

 

ALIMENTARI

Netti segnali di flessione dei prezzi hanno caratterizzato questa settimana anche i prezzi deella materie prime alimentari.

Indici dei prezzi delle materie prime alimentari nel 2022
Grafico Indice energetici

Sul fronte dei prodotti alimentari da coltivazione, questa settimana si è assistito ad una maggior divaricazione dei prezzi.
Una tendenza alla crescita ha caratterizzato la soia e lo zucchero. L’aumento più significativo è registrato dallo zucchero raffinato, con una variazione settimanale che supera il +3%.
Anche i prezzi dei derivati della soia sono in aumento. L’USDA ha visto al ribasso le scorte di soia. Questo è dovuto ad un calo previsto nella produzione, a causa della riduzione della superficie coltivata.
Al contrario, è aumentata la superficie coltivata destinata al mais e la produzione è stata rivista al rialzo. Questo ha portato ad una riduzione settimanale del prezzo di oltre il 3%.
Significativa anche la riduzione dei prezzi del grano, grazie alle attese di un accordo tra Russia e Ucraina per lo blocco del grano fermo nei porti ucraini.
La heatmap che segue riporta una overview dell’andamento dei prezzi dei prodotti alimentari da coltivazioni.

HeatMap dei prezzi degli alimentari da coltivazioni
HeatMap dei prezzi degli alimentari da coltivazioni