La filiera della carta: uno scenario di previsione

Andamento dei prezzi delle commodity a monte e a valle del settore carta per i prossimi 24 mesi

.

Energetici Legno e Carta Previsioni Gas Naturale NBSK Previsione

Come già evidenziato nei precedenti articoli “L’aumento dei prezzi energetici accentua la competizione nel settore cartario” e “Scenario di previsione dei prezzi della pasta carta NBSK”, il forte aumento dei costi delle materie prime e in particolare delle commodity energetiche (gas naturale, petrolio e carbone), sta generando innumerevoli tensioni su tutta la filiera della carta. Il settore cartario è infatti uno dei comparti industriali più energivori. Il presidente di Assocarta ha dichiarato che nel 2021 le cartiere italiane hanno sostenuto costi energetici talvolta quindici volte superiori a quelli sostenuti negli anni precedenti, divenendo così i componenti di spesa principale delle industrie di settore, dapprima successivi solo ai costi delle materie prime fibrose.
Secondo il rapporto “L’Italia del riciclo 2021” la quantità di gas naturale, con la quale si produce energia elettrica per il funzionamento degli impianti, è stata stimata attorno ai 2.5 miliardi di m³.

Risulta quindi molto utile analizzare l’evoluzione dei prezzi di alcuni prodotti della filiera:

  1. Pasta chimica imbianchita di conifere (Cellulosa di conifere)
  2. Kraftliner
  3. Carta da macero kraft
  4. Testliner
  5. Carta e cartone ondulato

Metodologia

Le previsioni che seguiranno, disponibili prossimamente nella sezione Scenario PricePedia del tool Benchmark “PricePedia”, sono state formulate utilizzando tre variabili esogene:

  • lo scenario della pasta chimica alla soda di conifere (NBSK) elaborato da NOREXECO
  • lo scenario delineato dalle aspettative degli operatori finanziari implicite nei contratti future (scenario ICE)
  • lo scenario del ciclo industriale globale elaborato da PricePedia

Pasta chimica alla soda di conifere (NBSK)

Nel grafico è riportato lo scenario di previsione della pasta NBSK elaborato da Norexeco.


Attualmente il livello è prossimo a 1140 €/Ton. Lo scenario elaborato prevede un ulteriore balzo nei prossimi mesi, che tenderà nel corso dei mesi a seguire a stabilizzarsi lentamente su un livello medio di 1040 €/Ton.

Gas naturale NBP (UK)

Successivamente si riporta la rappresentazione del gas naturale NBP delineato dalle aspettative degli operatori finanziari implicite nei contratti future.


Il mercato avrà bisogno di oltre 24 mesi per osservare i prezzi del gas naturale tornare ai livelli pre-pandemici. Difatti, gli operatori finanziarsi si aspettano che per tutto il 2022 (e oltre) i prezzi continueranno ad essere superiori ai 1000 €/Ton.

Vuoi restare aggiornato sull’andamento dei mercati delle commodity?
Iscriviti gratuitamente alla newsletter PricePedia!

Visualizza le ultime newsletter Pricepedia

Ciclo industriale globale

Infine, nel grafico di seguito è riportato lo scenario di previsione del ciclo industriale globale elaborato da PricePedia: la curva tenderà per i prossimi 24 mesi in media a livelli attorno a 100. Ciò significa che la domanda dei prodotti utilizzati a livello industriale continuerà a crescere nei prossimi mesi e che l’adeguamento dell’offerta avverrà in modo più repentino rispetto a quanto osservato in precedenza, portando minor tensioni sul lato dei prezzi.


Qual è l’impatto sui prezzi doganali?

Le esogene appena descritte sono state utilizzate nei modelli di previsione dei prezzi doganali di alcuni prodotti della filiera carta.






I prodotti analizzati sono stati protagonisti dell’impennata iniziata già nella seconda metà del 2020, protrattasi poi nel corso dei mesi successivi. Tutt’oggi i livelli sono ancora molto elevati a causa delle molteplici tensioni in atto sul fronte geo-politico che inevitabilmente si sono riflesse su tutti i comparti. Lo scenario di previsione elaborato da PricePedia mostra che i prezzi della filiera carta continueranno a mantenersi su livelli alquanto alti: nello specifico i prezzi del kraftliner e del testliner risultano significativamente influenzati dall’andamento sia del ciclo economico industriale che della componente energetica.
Per quanto riguarda i prodotti a monte della filiera ovvero cellulosa di conifere e carta da macero, condizionate dai prezzi della pasta NBSK, il picco verrà raggiunto nei prossimi mesi per poi registrare livelli sempre più bassi dalla prossima estate.
Infine, il cartone ondulato tenderà a raggiungere per i prossimi 24 mesi livelli ancora superiori ai 900 €/Ton, a fronte degli attuali 950 €/Ton.
In conclusione, considerando lo scenario al 9 marzo 2022, la filiera della carta osserverà ulteriori picchi di prezzo nel breve periodo, che tenderanno lentamente a ridursi nel corso dell’anno. Molto dipenderà anche dal settore energetico e dagli sviluppi che esso apporterà su diversi fronti.