Prezzi dei metalli di base: un confronto tra le quotazioni LME e SHFE

Con l'inizio della guerra i differenziali di prezzo tra le due borse si sono invertiti

.

Non Ferrosi LME Rame Alluminio Nichel Zinco Strumenti e Metodologie

Nell'articolo Caos Nichel è stato descritto il fallimento nella formazione di un prezzo unico sul mercato finanziario, che ha portato alcuni hedge funds a fare causa al London Metal Exchange (LME).
La difficoltà nel determinare un prezzo unico di riferimento ha certamente creato dei problemi agli attori del mercato che utilizzano il prezzo LME come benchmark per i contratti di acquisto o di vendita dei loro prodotti, come ad esempio i produttori di acciaio inox.
Le anomalie riscontrate nella formazione del prezzo del nichel al LME hanno avuto effetti anche sugli altri prodotti quotati sul mercato finanziario londinese, sebbene per questi ultimi non ci sia stato un blocco delle transazioni.
Tali anomalie sono evidenti nel confronto delle serie storiche dei prezzi dei metalli non ferrosi quotati al LME e allo Shanghai Futures Exchange (SHFE).
Di seguito sono riportati i grafici dei principali metalli non ferrosi quotati sui due mercati finanziari. I prezzi giornalieri sono espressi in dollari per tonnellata.

Confronto quotazioni giornaliere LME e SHFE, $/Ton
Nichel
Alluminio
Zinco
Rame

Come è possibile notare dai grafici, per ognuno dei quattro metalli illustrati la dinamica delle quotazioni nei due mercati è pressoché identica, così come lo sono i livelli, al netto dell'IVA al 13% e delle spese amministrative incluse nei prezzi quotati presso la borsa di Shanghai.
Considerando l'andamento storico dei prezzi sui due mercati emerge con chiarezza l'anomalia verificatasi a partire dall'8 marzo scorso in poi: i prezzi quotati al LME hanno infatti raggiunto livelli più alti rispetto al corrispondente prezzo SHFE, evento che non si è mai verificato per i prodotti illustrati. L'unica eccezione si era verificata nell'aprile 2018 per l'alluminio, quando il Dipartimento del Tesoro USA ha introdotto delle sanzioni contro la russa Rusal, uno dei più importanti produttori di alluminio al mondo. In quel frangente il disallineamento tra i prezzi non ha avuto luogo per gli altri prodotti.
Nella fase più recente, invece, i prodotti coinvolti sono stati tre su quattro. Le quotazioni del rame SHFE e LME, infatti, sono rimaste allineate, segnalando come per il metallo rosso non si sia verificata alcuna anomalia.
Nelle ultime settimane si osserva un progressivo ritorno alla "normalità", con i prezzi quotati al LME che registrano livelli inferiori ai prezzi SHFE, sebbene il differenziale tra i prezzi sia al di sotto della media di lungo periodo.

In situazioni di turbolenza, come quella registrata negli ultimi mesi, il monitoraggio dei prezzi quotati su mercati diversi può diventare fondamentale, perché permette da un lato di accertare eventuali anomalie e dall'altro di avere un prezzo benchmark "composto" che consente di ridurre l'effetto dovuto a fenomeni speculativi specifici di un singolo mercato.

Vuoi restare aggiornato sull’andamento dei mercati delle commodity?
Iscriviti gratuitamente alla newsletter PricePedia!

Visualizza le ultime newsletter Pricepedia