Il Covid-19 contagia la politica: nuove tensioni Cina-USA e nella UE

Settimanale metalli non ferrosi LME - Commento dell’11 maggio 2020

.

Non Ferrosi LME Analisi settimanale LME

DINAMICA SETTIMANALE

Andamento non ferrosi

 

La scorsa settimana, rispetto alla precedente (venerdì su venerdì), ha registrato un rialzo dei prezzi che ha interessato 6 metalli su 6. In evidenza il rialzo dello zinco, seguito dal rame. Le quotazioni dell’indice LMEX sono salite fino quota 2418 $. L’indicatore di momentum che misura la forza del trend in atto è in zona neutra e in ribasso. La chiusura settimanale è sotto le medie mobili a 10, 20, 40 giorni (indicazione ribassista). Il valore dell’indice è ancora sotto la trendline (supporto dei prezzi) di lungo periodo che unisce i minimi del 2001, 2008 e 2016 fino ai minimi attuali. Vi ritornerà sopra quando avrà superato quota 2500.

COMMENTO MACROECONOMICO E PROSPETTIVE

Il Covid-19 ha contagiato ufficialmente quasi 4 milioni di persone nel mondo. La supply chain globale rischia di uscire sensibilmente modificata dalla pandemia, vista la corsa alla ricerca di fornitori più vicini e affidabili.

Dalle persone all’economia, il contagio si trasmette alla politica. È il caso degli Stati Uniti, dove Trump, guardando con preoccupazione alle elezioni di novembre, ha soffiato sul fuoco delle paura e ha accusato la Cina di non aver comunicato per tempo la diffusione del coronavirus a Wuhan. E, anzi, di aver tenuto deliberatamente segreta la notizia del virus per diverse settimane. Da parte sua, Pechino smentisce le illazioni americane e prosegue la propria campagna di soft power, sostenendo la lotta al virus in diversi Paesi con l’invio di materiali e personale medico. Si è rinnovata così la preoccupazione sui mercati per il possibile inizio di una nuova stagione di tensioni fra i due giganti Cina e Stati Uniti.

Elevata la tensione anche in Unione Europa, dopo la sentenza del 5 maggio della Corte Costituzionale tedesca, che invita la Banca Centrale Europea a chiarire il quantitative easing. Per la Corte tedesca l’intervento della BCE non è più soltanto politica monetaria: per entità e durata è diventato di politica economica e ciò lederebbe la sovranità della Germania. La BCE ha replicato rivendicando la propria indipendenza e ribadendo che continuerà a fare tutto ciò che sarà utile a fronteggiare, con strumenti eccezionali, lo shock senza precedenti della crisi pandemica. Strumenti che saranno adoperati con proporzionalità e misura.

Come per le nuove tensioni fra Stati Uniti e Cina, la sentenza della Corte Costituzionale tedesca, oltre che effetti politici, ha avuto effetti sui mercati e sullo spread BTP-Bund.

Andamento dei mercati finanziari e delle materie prime
Mercati sempre in agitazione, con un occhio alle news pandemiche e un altro alle tensioni geopolitiche, che tengono su livelli elevati la volatilità, a cominciare dalle commodity.
LMEX-indice dei metalli non ferrosi della borsa di Londra: settimana positiva.
Il CRB Index ha chiuso la settimana in rialzo.
Petrolio e gas: prezzi in rialzo.
Metalli preziosi: prezzi in ribasso per platino e palladio e in rialzo per oro e argento.
Mercati valutari: dollaro in rialzo ed euro in leggero ribasso.