Massimo storico per il prezzo della lana

A giugno 2018 nelle aste australiane si sono registrati i prezzi massimi sia in dollari australiani sia in dollari USA

.

Tassi di Cambio Fibre Tessili Congiuntura

Lo scorso venerdì si è chiusa la stagione 2017-2018 della produzione di lana in Australia. Dai prezzi battuti venerdì alle aste di Sidney, Melbourne e Fremantle, la stagione non poteva chiudersi nel modo migliore. Nell'ultimo giorno utile le lane più pregiate, con finezza di 17 micron e 19 micron, sono state quotate rispettivamente a prezzi prossimi a 29 e 25 dollari australiani (AUD) per Kg, valori di massimo assoluto nella storia della lana australiana.
Come risulta dal grafico qui riportato, relativo ai prezzi settimanali della lana quotata dal 2017 ad oggi, divisi per titoli di finezza, i prezzi sono aumentati non solo per i titoli più pregiati ma anche per quelli superiori a 20 micron.

Prezzi settimanali delle aste australiane

La fase di aumento dei prezzi è iniziata a settembre 2017 ed ha riguardato fin da subito i titoli più pregiati. Anche il titolo 22 ha seguito fin da subito l’aumento dei prezzi dei titoli di maggiore finezza. Il titolo con finezza 26 micron, invece, ha registrato un prezzo stabile fino a questa primavera, per poi iniziare anch’esso una fase di crescita, certificando la generalità di questo trend.

L’indice AWEX-EMI, che misura il prezzo medio dei diversi titoli registrati nelle varie aste australiane, è risultato venerdì scorso pari a 20.6 AUD/Kg, con un aumento del 36% rispetto al corrispondente prezzo dell’ultima asta dell’annata precedente.
Al fine di fornire una valutazione di lungo periodo, nel grafico che segue è riportato l’indice mensile AWEX-EMI dal 1980 ad oggi. L’indice è riportato sia in dollari australiani che in dollari americani per evidenziale l’effetto del tasso di cambio.

Indice EMI della lana australiana

Dall’analisi del grafico emerge chiaramente come il prezzo della lana australiana sia rimasto relativamente stabile fino al 2010, sopratutto se misurato in dollari USA. Le variazione dei prezzi in dollari australiani fino a questa data hanno riflesso prevalentemente le modificazioni del cambio. Nei primi anni di questo decennio i prezzi sono aumentati significativamente in entrambe le valute considerate, fino a registrare un valore di massimo di oltre 14 USD/Kg alla fine dell’annata 2010/2011, a causa delle forti inondazioni che hanno colpito l'Australia.
Fattori di ordine metereologico opposti (aumento della siccità in alcune zone di allevamento delle pecore) hanno contribuito al massimo raggiunto di quasi 15 USD/Kg a giugno di quest'anno. Ma probabilmente la determinante più importante sono gli aumenti di consumo di lana a livello mondiale.