La folle corsa dello zinco

Le quotazioni dello zinco alle borse di Londra e Shanghai su livelli record

.

Non Ferrosi Zinco Congiuntura

Da diverse settimane è in corso una significativa impennata dei prezzi dello zinco quotati sia al London Metal Exchange (LME) che allo Shanghai Futures Exchange (SHFE). Lo zinco, utilizzato in leghe, vernici, apparecchiature elettriche, farmaci e plastica, non ha visto pause nel rally. Come mostra la figura che segue, il trend crescente dei prezzi finanziari dello zinco ha origine nella prima metà del 2020. Nel periodo considerato sono state registrate variazioni pari a +97% presso l'LME e +74% presso l'SHFE.
In particolare, martedì 19 aprile i prezzi dello zinco hanno raggiunto un nuovo livello record:

  • 4529 $/Ton (LME)
  • 4502 $/Ton (SHFE)
Confronto prezzi giornalieri

Gli attuali prezzi dello zinco in Cina e in Europa sono spinti da cause completamente diverse.
Nel mercato europeo, il conflitto Russia-Ucraina ha innescato un forte aumento dei prezzi dell'energia e del gas naturale, costringendo Glencore, Trafigura, Norsk Hydro e altri a ridurre la produzione delle fonderie di zinco essendo un metallo ad alta intensità energetica.
Per compensare il gap di fornitura causato dalla riduzione della produzione, alcune di queste aziende hanno prelevato scorte da magazzini del sistema LME in modo da poter adempiere agli obblighi contrattuali. Alla fine di marzo, le scorte di zinco hanno toccato livelli storicamente bassi, al di sotto di 140 mila tonnellate.
Nel grafico che segue è illustrata la dinamica delle scorte di zinco da febbraio 2021.

Scorte zinco

Sul mercato cinese, invece, la causa principale dell’aumento dei prezzi è da imputare alla pandemia da Covid-19. Secondo uno studio dello Shanghai Metals Market, a causa della riduzione della produzione e dello stop di alcune fonderie, la produzione di zinco è stata di 501300 tonnellate a marzo e 503600 tonnellate ad aprile, tutte inferiori alle precedenti aspettative, a cui si è aggiunto il blocco dei trasporti delle materie prime a causa dei divieti imposti dalla pandemia.

Vuoi restare aggiornato sull’andamento dei mercati delle commodity?
Iscriviti gratuitamente alla newsletter PricePedia!

Visualizza le ultime newsletter Pricepedia

Approfondimento: possibile arbitraggio tra la borsa LME e la borsa SHFE

Un prodotto può essere scambiato a prezzi differenti su diverse borse merci. Quando si verificano queste differenze di prezzo, i trader spesso "acquistano basso" (cioè a buon mercato) in un mercato e "vendono alto" (cioè più costoso) sull'altro mercato. Questo è il c.d. arbitraggio.
I prezzi giornalieri dello zinco all'LME e all'SHFE presentano dei differenziali di prezzo a causa di informazioni asimmetriche, che danno origine a delle opportunità di arbitraggio. Le opportunità di arbitraggio sono legate a diversi aspetti: differenze regionali nell'offerta e nella domanda, tasse, tassi di cambio e spese di trasporto, tassi di interesse, premi e sconti che possono contribuire a generare prezzo distinti tra i mercati. Qualunque sia la causa della differenza, se il prezzo all'LME è inferiore al prezzo SHFE, è possibile ottenere un arbitraggio positivo (cioè acquistare LME, vendere SHFE). Al contrario, quando il prezzo all'LME è superiore al prezzo SHFE, è possibile eseguire l'arbitraggio inverso (Fonte: LME)
Si tenga tuttavia presente che i prezzi dei metalli all'SHFE risultano strutturalmente più alti del 15% rispetto ai prezzi all'LME, perchè includono IVA e altre imposte indirette.