Numerosi alert all’attenzione di aziende e mercati

Settimanale metalli non ferrosi LME - Commento del 06 settembre 2021

.

Non Ferrosi LME Analisi settimanale LME

DINAMICA SETTIMANALE

Andamento non ferrosi

 

Nei primi giorni di settembre si sono registrate quotazioni in rialzo. La quotazione dell’indice LMEX è salita a quota 4269 $. L’indicatore di momentum che misura la forza del trend in atto è in zona neutra, ma in rialzo. La chiusura settimanale è sopra le medie mobili a 10, 20 e 40 giorni (indicazione rialzista).

COMMENTO MACROECONOMICO E PROSPETTIVE

In questo momento, aziende e mercati si confrontano con diverse criticità, alcune settoriali, altre, invece, trasversali e con impatto sulla ripresa della crescita economica mondiale.

Partendo dai settori, l’automotive continua a soffrire della carenza di microprocessori. In Europa ci sono impianti fermi o costretti a rallentare o ridurre la produzione, nonostante la domanda sia in crescita, soprattutto nel segmento della mobilità elettrica. Nelle costruzioni, settore grande consumatore di metalli e plastiche, l’alert riguarda soprattutto il forte rincaro dei prezzi delle materie prime, che spinge in alto l’inflazione. Trasversale ed è elevata è poi l’attenzione per i noli marittimi e i container, che hanno raggiunto quotazioni sui massimi pluriennali.

Infine, c’è la supply chain, che dallo scoppio della pandemia ha evidenziato una serie di criticità, con conseguenze su prezzi e consegne, che mette a rischio la produzione manifatturiera globale e quindi la crescita economica.

In questo quadro, le previsioni per le aree economicamente più sviluppate restano improntate al proseguimento della crescita, anche se con tassi differenti. Gli elementi di incertezza sono vari e compositi e riguardano in primis l’evoluzione della pandemia. Poi c’è la geopolitica e quindi la vicenda afghana, l’aumento dell’instabilità politica in tutta l’Asia Centrale e le relazioni fra i paesi che si complicano.

Ritirandosi dall’Afghanistan, gli Stati Uniti hanno lasciato un posto vacante che fa gola a tanti per la sua posizione strategica e per il suo sottosuolo, ricco di metalli non ferrosi e terre rare. Chi prenderà il suo posto e cosa sta determinando la crisi afghana sui mercati?

Come già visto in altre occasioni simili, allo scoppio di una crisi politica e militare in aree sensibili dal punto di vista geopolitico, la crescita dell’incertezza porta i mercati a reagire con un aumento della volatilità dei prezzi. È accaduto anche in questo caso, durante il mese di agosto. Da ciò si può dedurre che tutto il comparto delle commodity sarà interessato da un’elevata volatilità dei prezzi per i prossimi mesi. Ed è realistico anche pensare che le quotazioni resteranno su livelli piuttosto alti.

Vuoi restare aggiornato sull’andamento dei mercati delle commodity?
Iscriviti gratuitamente alla newsletter PricePedia!

Visualizza le ultime newsletter Pricepedia

Andamento delle commodity durante il mese di agosto
Il dollaro americano si è indebolito sul mercato forex.
Indice generale delle commodity-CRB Index: quotazioni in rimbalzo e sui massimi annuali.
LMEX-Metalli non ferrosi: quotazioni in leggero ribasso ma sui massimi annuali.
Petrolio e gas naturale: quotazioni in rialzo e sui massimi annuali.
Noli marittimi: quotazioni in rialzo e nuovi massimi pluriennali.
Metalli preziosi: prezzi in ribasso.