Continuano le difficoltà sul comparto energetico: con la chiusura del Nord Stream 1 alle porte probabile rincaro dei prezzi

Aggiornamento settimanale degli energetici

.

Energetici Petrolio Gas Naturale Carbone Analisi settimanale energetici

A cura di:

Gas Naturale

Alla chiusura di venerdì 26 agosto sul mercato del gas naturale si sono registrati i seguenti livelli di prezzo1:

  • TTF Olanda 339.2 €/MWh (+94.6 €/MWh)
  • PSV Italia 312.4 €/MWh (+79.6 €/MWh)
  • HenryHub USA 32 €/MWh (+0.1 €/MWh)
  • NBP Regno Unito 261 €/MWh (+73.9 €/MWh)
  • JKM Asia 234.6 €/MWh (+41.1 €/MWh)

Grafico 1: Andamento prezzo del gas naturale TTF e confronto tra i mercati finanziari

Nel corso delle ultime settimane abbiamo assistito ad una vera e propria esplosione dei prezzi che hanno portato le quotazioni del TTF spot ad oscillare intorno alla zona 330 €/MWh. Il continuo botta e risposta del contesto geopolitico, con il conflitto in Ucraina che non si placa, sta portando conseguenze negative a tutta l’Europa. Purtroppo le prospettive sul breve periodo non sono migliorative: il giorno 31 Agosto Gazprom chiuderà nuovamente il gasdotto Nord Stream 1. Il motivo è sempre quella “manutenzione” che è ormai una vera e propria arma da guerra. Lo stop previsto sarà di soli tre giorni, ma permane sempre la totale incertezza sulla ripresa dei flussi, che, ricordiamo, saranno in ogni caso pari solo ad un quinto della capacità massima disponibile.
Con gli stoccaggi russi che si avvicinano con un certo anticipo al 100% (meno esportazioni), la possibilità che la produzione di gas naturale russo venga stoppata in attesa dell’inverno è reale. Tale scenario, inutile sottolinearlo, andrebbe drasticamente a peggiorare la situazione. I prossimi mesi ruoteranno attorno ad efficienza, ottimizzazione e, immancabilmente, al taglio della domanda di energia. L’offerta nel mese di settembre sarà comunque contenuta a causa dei programmi di manutenzione nei giacimenti norvegesi.

Vuoi restare aggiornato sull’andamento dei mercati delle commodity?
Iscriviti gratuitamente alla newsletter PricePedia!

Visualizza le ultime newsletter Pricepedia

Petrolio

Sempre venerdì 26 agosto, sul mercato petrolifero, il Brent è stato quotato a 101 $ al barile (+4.3 $), l’Oman/Dubai a 94.8 $ al barile (+2.9 $), mentre il WTI ha raggiunto i 93.1 $ al barile (+2.3 $).

Grafico 2: Andamento prezzo del petrolio

Le quotazioni del petrolio Brent rimangono nell’intorno della soglia psicologica dei 100 $/bbl. Dopo un periodo di saliscendi, con le quotazioni che hanno toccato il minimo di 92.3 $/bbl a metà agosto, i prezzi hanno ripreso quota. Dietro a tale aumento potrebbero esserci i potenziali tagli alla produzione OPEC+ e il conflitto in Libia, che hanno contribuito a compensare un dollaro forte. Altro fattore rialzista potrebbe essere il passaggio del comparto industriale dal gas naturale ai prodotti petroliferi, viste le ostilità sui mercati energetici. Tali valutazioni sono all’ordine del giorno in molti settori e potrebbe diventare una prassi piuttosto comune nei mesi a venire. Con un aumento della domanda potremmo assistere ad una lievitazione dei prezzi.

Carbone Termico

Si segnala infine, il prezzo del carbone termico spot Europa che venerdì è stato quotato a 368.5 €/Ton (-0.7 €/Ton), mentre il prezzo del carbone termico spot Australia ha raggiunto i 426.7 €/Ton (-14.7 €/Ton).

Grafico 3: Andamento prezzo del carbone termico Europa

Sul mercato del carbone rimane di grande importanza la variabile relativa al livello di acqua nel Reno: verso la metà di agosto, contro le previsioni, sono leggermente aumentati con un valore massimo di 128 cm registrato il 23/08 (il 15/08 il livello era di 30 cm). Attualmente ci troviamo intorno ai 100 cm, e ciò potrebbe influire positivamente sul flusso degli arrivi di carbone nell’Europa centrale.
Resta molto attuale la discussione relativa al controllo della domanda di gas naturale: uno degli obiettivi del breve-medio periodo sarà quello di tagliare i consumi di gas, materia prima che ha raggiunto quotazioni non sostenibili. La possibile sostituzione di tale combustibile con il carbone potrà avere ripercussioni sui prezzi, che attualmente si trovano intorno alla zona 400 $/Ton.


1. Il prezzo del gas naturale nei diversi mercati finanziari fa riferimento al prezzo registrato venerdì 26 agosto 2022. Il valore in parentesi indica la differenza con il venerdì precedente.