Scenario di previsione dei metalli non ferrosi

Andamento dei prezzi di alluminio e rame nei prossimi 24 mesi

.

Non Ferrosi Previsioni Indicatori Congiunturali Previsione

L’utilizzo dei metalli non ferrosi nelle infrastrutture e, in generale, in quasi tutti i settori industriali (elettronica, energetico, automotive ecc.) genera un interesse costante per i prezzi dei prodotti di questa famiglia merceologica da parte degli operatori di mercato. A partire dall’aprile 2020, dopo aver riscontrato un forte calo, i prezzi dei metalli non ferrosi sono stati oggetto di una forte crescita tanto da spingere molti analisti a ipotizzare la presenza di un nuovo superciclo delle commodity industriali.
Per capire l’evoluzione dei prezzi di tali prodotti nei prossimi due anni può risultare utile costruire dei modelli di previsione.
In questo articolo descriveremo le previsioni effettuate per i prezzi del rame e dell’alluminio quotati al London Metal Exchange (LME) e le ricadute che questi hanno sui seguenti quattro prezzi doganali:

  1. Catodi di rame
  2. Fili di rame (sezione > 6mm)
  3. Alluminio greggio non legato
  4. Fili di alluminio non legato

Metodologia

Le previsioni qui presentate, e disponibili nella sezione Scenario PricePedia del tool Benchmark, sono state formulate utilizzando tre set informativi:

  • scenario di previsione World Bank (WB), pubblicato a ottobre 2021
  • scenario delineato dalle aspettative degli operatori finanziari implicite nei contratti future (scenario LME)
  • scenario derivante dalla previsione del ciclo di produzione industriale globale elaborato da PricePedia

Rame LME

Nel grafico che segue abbiamo messo a confronto le previsioni della World Bank con quelle implicite nei contratti future.

Confronto dati mensili

Entrambi gli scenari prevedono una riduzione del prezzo nei prossimi mesi in relazione ad un maggiore allineamento dei tassi di crescita dell’offerta a quelli della domanda, rispetto a quanto, invece, osservato nel 2021.
Il confronto evidenzia come nello scenario LME i livelli dei prezzi nel 2022 risultino pari a 9491 dollari per tonnellata e nel 2023 pari a 9254 dollari per tonnellata. Questi livelli sono superiori rispetto a quanto invece evidenziato nello scenario WB. Ciò è dovuto al fatto che le aspettative degli operatori finanziari tengono conto delle tensioni derivanti dagli elevati prezzi degli energetici e queste vengono pertanto incorporate in tempo reale, a differenza di quanto avviene per lo scenario WB.

Alluminio LME

Di seguito viene illustrato il grafico del confronto tra lo scenario di previsione della WB e lo scenario LME riferiti al prezzo dell’alluminio.

Confronto dati mensili

Le previsioni delineate in entrambi gli scenari sono molto simili tra loro. Così come per il rame, i livelli medi dei prezzi nello scenario LME nel 2022 e nel 2023 sono più alti. Tuttavia, la differenza risulta inferiore rispetto a quanto osservato per il metallo rosso. Ciò è dovuto al fatto che nel 2021 la produzione di alluminio in Cina, principale produttore mondiale, ha subito diversi rallentamenti a causa delle limitazioni del governo di Pechino al consumo di energia da parte delle industrie. Questi rallentamenti alla produzione di alluminio tenderanno a dissiparsi, secondo quanto riportato dalla WB, nel 2023.

Indice del Ciclo Industriale Globale

Nel grafico che segue è riportato il grafico del ciclo di produzione industriale elaborato da PricePedia.

Indice del ciclo industriale globale

La previsione del ciclo industriale registra valori prossimi alla media di 100 nel corso di tutto il 2022, a fronte di un valore di massimo di 102 toccato a marzo 2021.
Ciò indica dunque che la domanda di prodotti largamente utilizzati a livello industriale, quali alluminio e rame, continuerà a crescere nei prossimi anni, ma l’adeguamento dell’offerta avverrà in modo più repentino rispetto a quanto osservato nel 2021, in questo modo portando a tensioni minori dal lato dei prezzi.

Impatto sui prezzi doganali

Le valutazioni implicite nei contratti future e lo scenario derivante dalla previsione del ciclo industriale risultano coerenti con lo scenario WB. Tuttavia, rispetto a quest’ultimo, i primi due scenari sono aggiornati a gennaio 2022.
Pertanto, prendendo in esame le previsioni dei prezzi LME e del ciclo industriale, abbiamo sviluppato uno scenario dei quattro prezzi doganali di seguito illustrati.

Risultati di previsione
Catodi di rame
Catodi di rame
Fili di rame
Fili di rame
 
Alluminio non legato
Alluminio non legato
Fili di alluminio
Fili di alluminio

I grafici mostrano l’andamento dei prezzi nello scenario di previsione, che risulta molto simile tra prodotti della stessa “sotto-famiglia”. Per quanto riguarda i catodi e i fili di rame, il prezzo in dollari continua nella sua discesa su livelli più sostenibili, ma che rimangono comunque storicamente alti, e che si attestano intorno ai 9000 dollari per tonnellata alla fine del 2023.
Anche i prezzi di alluminio greggio non legato e dei fili di alluminio non legato tenderanno a diminuire nel corso dei prossimi 2 anni, con tassi di variazione tendenziale nell’arco temporale di previsione maggiori in valore assoluto rispetto a quelli registrati dai prodotti di rame.
Questo riflette un maggior aggiustamento, nel medio periodo, del prezzo dell'alluminio rispetto agli attuali prezzi elevati, condizionati da fattori che dovrebbero progressivamente venir meno, quali i timori di interruzioni delle forniture di bauxite dalla Guinea.

Vuoi restare aggiornato sull’andamento dei mercati delle commodity?
Iscriviti gratuitamente alla newsletter PricePedia!

Visualizza le ultime newsletter Pricepedia