Prezzi dell'acciaio: quali previsioni?

Un'analisi della relazione tra prezzo e carica siderurgica

.

Ferrosi Determinanti dei prezzi

Tra gli approvvigionatori sta crescendo l’incertezza su quale potrà essere la dinamica dei prezzi dell’acciaio nel corso del 2021. Il fattore da cui origina questa incertezza è la constatazione che il prezzo dell’acciaio, nel corso del 2020, ha registrato variazioni che sembrano difficilmente spiegabili sulla base del comportamento tipico dei prezzi di una materia prima. Il prezzo medio dell’acciaio laminato (nelle diverse tipologie di piatti o coils, laminati a caldo o a freddo) in Europa è diminuito in media del 15% tra la primavera del 2019 e quella del 2020, per poi iniziare una fase di ripresa che lo ha portato a fine anno a recuperare buona parte delle flessioni precedenti. L’incertezza nasce dal fatto che con il crollo della domanda mondiale di acciaio che si è registrata nella prima parte di quest’anno, le attese/timori erano di un crollo dei prezzi maggiore di quanto si è di fatto realizzato e soprattutto il permanere di condizioni di domanda difficili non sembra giustificare l’aumento dei prezzi nel corso dell’estate e dell’autunno.
Per quanto riguarda le attese/timori del crollo dei prezzi nella prima parte dell’anno, si consideri che nel corso della crisi 2008-2009, i prezzi dell’acciaio crollarono in pochi mesi, in media del 30%.

Nell’articolo della scorsa settimana si è dato conto della diversa situazione del mercato europeo rispetto a quello cinese e di come, in un mercato globale con solo alcune influenze locali, il prezzo sul mercato cinese non possa non influenzare significativamente il prezzo sul mercato europeo. L’effetto dei prezzi cinesi su quelli europei è la risultante, però, di due fenomeni che è opportuno tenere distinti:

  1. un effetto diretto che si esplica tramite il commercio internazionale di acciaio;
  2. un effetto spurio, dovuto al fatto che sia l’industria siderurgica cinese che quella europea acquistano le materie prime (minerali di ferro e carbone) sui medesimi mercati. In mercati fortemente competitivi, il prezzo si forma tramite un mark-up sui costi variabili. A fronte, quindi, dei prezzi della carica siderurgica i prezzi dell’acciaio tendono a muoversi nello stesso modo sia sul mercato cinese che su quello europeo.

Abbiamo quindi studiato la relazione tra i prezzi della carica siderurgica e il prezzo dell’acciaio europeo. Quello che la statistica ci dice è che questi due prezzi sono tra loro cointegrati, ossia che nel lungo periodo esiste un rapporto stabile tra di loro. In altre parole, il prezzo dell’acciaio in Europa può risultare distante dai prezzi della carica siderurgica, ma questa distanza non dura nel tempo e tende sempre ad annullarsi.
L’analisi e le previsioni del prezzo dell’acciaio possono essere quindi scomposte in due aree:

  1. analisi e previsioni dei prezzi della carica siderurgica;
  2. analisi e previsioni della distanza tra prezzo dell’acciaio e prezzo della carica siderurgica.

Prezzi della carica siderurgica

Il grafico che segue riporta il prezzo della carica siderurgica (ShouldCost di PricePedia). Il mese di dicembre riportato nel grafico è la media dei primi 7 giorni del mese di dicembre, estratti da DailyDataLab.

Carica siderurgica, Indice in $ (2017 = 100)
 Carica siderurgica, Indice in € (2017 = 100)

Dal grafico risulta evidente il repentino crollo dei prezzi dovuto alla crisi finanziaria del 2008-2009, In seguito, la carica siderurgica ha toccato livelli anche più bassi ma ci è arrivata attraverso una dinamica più graduale. Dal 2016 in poi la dinamica si è stabilizzata. Negli ultimi mesi l’aumento dei prezzi delle materie prime è stato molto forte. L’evoluzione dei prossimi mesi rimane incerta, tuttavia le informazioni più recenti segnalano il permanere di tensioni sia sui mercati dei minerali di ferro che del carbone.

Distanza tra prezzo dell’acciaio e prezzi della carica siderurgica

Dall’analisi effettuata sulla relazione tra prezzo dell’acciaio e prezzi della carica siderurgica è stato costruito un indicatore sintetico dei margini del settore siderurgico. Tale indicatore è costruito come differenza tra prezzo osservato dell’acciaio e prezzo determinato dalle materie prime.
Il grafico che segue mostra la dinamica di tale indicatore.

Indice dei margini del settore siderurgico europeo
Indice dei margini del settore siderurgico europeo

Dal grafico è possibile distinguere tre fasi:

  1. crisi 2008: i prezzi della carica siderurgica crollano più velocemente, portando ad un forte aumento dei “margini”. Ciò appare paradossale se si pensa che la crisi è stata generalizzata.
  2. fase in cui i margini sono “sistematicamente” inferiori alla media: è il periodo che va dalla fine del 2014 ai primi mesi del 2017, in cui si verifica una crisi della domanda in Cina che ha portato la siderurgia cinese ad inondare i mercati mondiali di acciaio.
  3. fase attuale in cui i margini hanno accusato un forte e progressivo deterioramento, ben prima dell’inizio della attuale crisi sanitaria. Nell'ultimo periodo i margini si collocano leggermente sotto alla media di lungo periodo.

Conclusioni

Le attuali tensioni sui mercati della materie prime che entrano nella carica siderurgica e margini sotto alla media portano a ritenere probabile un possibile aumento dei prezzi dell’acciaio nei prossimi mesi.
La possibilità che questi aumenti si consolidino nel corso del 2021 è tuttavia fortemente legata a quella che saranno le dinamiche nei prossimi mesi dei prezzi dei minerali di ferro e del carbone. E’ su questi mercati che si dovrà porre attenzione per cercate di valutare la possibile evoluzione del prezzo dell’acciaio nel 2021.