La volatilità dei metalli non ferrosi: tra scenari di prezzo e scenari pandemici

Settimanale metalli non ferrosi LME - Commento del 26 ottobre 2020

.

Non Ferrosi LME Analisi settimanale LME

DINAMICA SETTIMANALE

Andamento non ferrosi

 

La scorsa settimana, rispetto alla precedente (venerdì su venerdì), è stato registrato un rialzo dei prezzi che ha interessato 4 metalli su 6. In evidenza il rialzo dello zinco, seguito dal rame. Le quotazioni dell’indice LMEX sono salite a quota 3108 $. L’indicatore di momentum che misura la forza del trend in atto è in zona neutra ma in rialzo. La chiusura settimanale è sopra le medie mobili a 10, 20, 40 giorni (indicazione rialzista). L’indice ha recuperato tutto il valore perso a causa della pandemia e ha segnato i nuovi massimi pluriennali.

COMMENTO MACROECONOMICO E PROSPETTIVE

La volatilità è il nemico numero uno dei buyer. Dallo scoppio della pandemia, durante questo 2020 che appare sempre più lungo, abbiamo assistito a un aumento della volatilità che non si vedeva così forte da molto tempo. E, nelle ultime settimane, si sono registrati rialzi spettacolari per rame, nichel, zinco e stagno, che hanno aggiornato i massimi annuali e rotto livelli di resistenza importanti.

Nel mese di marzo, l’indice VIX ha raggiunto il suo massimo, superando quello segnato nel 2008, durante la grande crisi economico-finanziaria. A marzo il tasso di volatilità dei prezzi del rame era sui massimi. L’indice VIX, così come l’indice della volatilità applicata ai prezzi dei metalli, ci dà la misura dell’incertezza che regna sui mercati in alcuni momenti storici, come quelli che stiamo vivendo.

In gran parte del mondo, la seconda ondata di contagi porterà realisticamente a nuovi lockdown, che daranno un altro duro colpo all’economia, con conseguenze molto negative sull’ammontare del debito pubblico (già decisamente elevato) e sui livelli occupazionali (in deciso ribasso).

Se le parole più sentite sui media, quest’anno, sono state e sono incertezza, pandemia, lockdown, contagi, parlando di mercati si è spesso parlato di “scenari di prezzo” e di livelli di volatilità legati alla curva dei contagi. A nostro avviso, la volatilità dei prezzi è destinata a restare piuttosto elevata e perciò bisogna attrezzarsi a gestirla, per non doverla rincorrere.