La folle corsa dello stagno: prezzi ai massimi storici

Analisi delle principali cause che hanno spinto i livelli di prezzo alle stelle

.

Non Ferrosi Stagno Determinanti dei prezzi

Il prezzo spot dello stagno, quotato al London Metal Exchange (LME), giovedì ha raggiunto il nuovo livello record di 44193 $/Ton, registrando una variazione di oltre il +76% dalla fine del 2020. Come mostra la figura 1, negli ultimi 7 anni il mercato dello stagno non ha mai registrato livelli così elevati, ma al contrario ha sempre mantenuto una tendenza costante. Inoltre nel 2016, a causa della crisi dell’industria della saldatura in Cina, e nel 2020, con la pandemia da Coronavirus, una domanda particolarmente debole ha portato i prezzi del metallo a livelli significativamente bassi.
Prezzi alle stelle si registrano anche sulla borsa di Shanghai, che il 24 gennaio ha superato la soglia dei 50mila $/Ton.

Prezzo giornaliero Stagno LME e SHFE, $ per Ton
Prezzo giornaliero Stagno LME e SHFE, $ per Ton

I livelli a cui è arrivato la scorsa settimana il prezzo dello stagno non erano minimamente immaginati dalla Word Bank. Quando lo scorso ottobre è stato pubblicato il consueto Commodity Markets Outlook1 si è ipotizzata una leggera riduzione del prezzo dello stagno, che secondo le stime della WB sarebbe passata da 31250 $/Ton a 31000 $/Ton tra il 2021 e il 2022.
Il picco raggiunto la scorsa settimana è stato determinato da un deficit creatosi nel mercato dello stagno: la crescente domanda proveniente principalmente dal settore dell’elettronica, dove lo stagno è uno dei principali metalli utilizzati per la produzione di circuiti stampati, non ha visto l’adeguata offerta da parte dei principali produttori del metallo. Difatti, l'offerta limitata è stata causata delle interruzioni della produzione in Cina, Indonesia e Myanmar.
Inoltre le restrizioni ambientali, l’aumento dei prezzi delle componenti energetiche e le tariffe di trasporto sempre più elevate, hanno incrementato ulteriormente i costi già di per sé onerosi.

Vuoi restare aggiornato sull’andamento dei mercati delle commodity?
Iscriviti gratuitamente alla newsletter PricePedia!

Visualizza le ultime newsletter Pricepedia

Il principale esportatore mondiale di stagno è l’Indonesia che nel 2019 ha esportato oltre 66 mila tonnellate, equivalente a oltre 1 miliardo di dollari. Si stima che nel 2021 le esportazioni siano diminuite del -17%, a causa dei ritardi nella concessione dei permessi di esportazione ai produttori indonesiani. Il motivo del ritardo è dovuto alle procedure create per garantire la provenienza legale dello stagno. Infatti, sono state effettuate molteplici verifiche per impedire alle aziende di aumentare il volume delle esportazioni di stagno dalle miniere illegali. Essendo il principale esportatore, la fornitura dall'Indonesia influisce significativamente sul mercato: se lo stagno dall'Indonesia non è disponibile, l'offerta sarà scarsa e ciò si rifletterà su un aumento dei prezzi.
Confrontando i prezzi spot e future dello stagno ci rende conto che i livelli registrati non sono un fenomeno congiunturale dovuto solo alla scarsa disponibilità del metallo. Il prezzo dello stagno è in backwardation2 da oltre un anno. Ma il differenziale tra i prezzi spot e i prezzi future a 15 mesi invece di crescere man mano che aumentava il prezzo spot, si è viceversa ridotto da 4 a 2 mila dollari: dal 1 novembre ad oggi, il prezzo spot dello stagno è aumentato del 14%; quello del future a 15 mesi, del 29%. Negli ultimi due mesi, quindi, gli operatori hanno iniziato a giudicare gli attuali livelli sempre meno temporanei attribuendo loro una maggior probabilità di mantenersi su questi livelli elevati anche nel corso di tutto il 2022.

Confronto future Stagno LME, $ per Ton
Confronto future Stagno LME, $ per Ton

1) Commodity Markets Outlook “October 2021”
2) La backwardation è un termine finanziario che indica una situazione "anomala", in cui il prezzo del contratto con scadenza a lungo termine ("Future") è minore di quello con scadenza a breve ("Spot"). Gli esperti pensano che il livello del prezzo spot non sia sostenibile nel medio-lungo periodo e quindi diminuirà. Nel breve periodo una situazione di backwardation si caratterizza per eccesso di domanda e riduzione dell'offerta